Dimensionamento fotovoltaico

Dimensionamento impianto fotovoltaico

Scelta dei pannelli fotovoltaici

Scelta pannelli fotovoltaici

Batterie per il fotovoltaico

Batterie fotovoltaico

Regolatore di carica fotovoltaico

Regolatore di carica fotovoltaico

Inverter per il fotovoltaico

Inverter per fotovoltaico

Dimensionamento cavi fotovoltaico

dimensionamento cavi fotovoltaico

Fotovoltaico ultima generazioneIn questa sezione abbiamo raccolto informazioni sulle ultime ricerche e scoperte sui pannelli fotovoltaici di ultima generazione, vedremo le varie metodologie di utilizzo di materiali differenti dal classico silicio e le ultime scoperte nel mondo del fotovoltaico.

 Oramai il fotovoltaico in fase di evoluzione sta cambiando e migliorando i prodotti utilizzati per poter sfruttare l´energia solare in modo sempre piú efficace e con spese minori, vediamo in dettaglio le varie tipologie di pannelli fotovoltaici dalla prima generazione all´ultima generazione.

 

Fotovoltaico di prima generazione

I pannelli fotovoltaici venivano costruiti con celle di silicio amorfo ed avevano degli spessori molto grandi e l´efficenza era bassa, poi sono stati costruiti i pannelli con silicio monocristallino e policristallino che ancora oggi sono una scelta di pannello fotovoltaico valida per chi vuole un impianto per la casa.

Pannelli fotovoltaici di seconda generazione

La seconda generazione é quella ancora in vigore, I nuovi pannelli che sono usciti sul mercato sono arrivati ad avere dei risultati sorprendenti sia come costi che come resa dei pannelli fotovoltaici.

I pannelli fotovoltaici a film sottile sono una delle ultime invenzioni del fotovoltaico, sono dei veri e propri fogli finissimi come se fosse un foglio di carta, i vantaggi del film sottile sono svariati, oltre al basso costo di produzione possiamo parlare anche di minore quantitá di silicio utilizzata e la possibilitá di poter flettere meccanicamente il pannello in film sottile con la possibilitá di poterlo adattare a tutte le superfici che non sono piatte.

I nuovi materiali utilizzati al posto del silicio

Per quanto riguarda i nuovi materiali utilizzati per i pannelli fotovoltaici vediamo i seguenti due che sono i due materiali che promettono lo sviluppo dei futuri pannelli fotovoltaici di nuova generazione :

(CIGS) di-seleniuro di rame indio gallio: questo materiale sembra essere un ottimo sostituto del silicio e con costi molto piú bassi con la possibilitá di lavorarlo a temperature piú basse rispetto al silicio, uno dei materiali fotoassorbenti che si stá utilizzando sulle celle fotovoltaiche a film sottile con i migliori risultati fino ad ora.

(CdTe) Il telleruro di cadmio : un altro materiale fotoassorbente con buoni risultati anche se le sue prestazioni non sono al livello del silicio il suo costo é molto basso.

La nuova generazione degli impianti a concentrazione

I nuovi impianti creati con pannelli fotovoltaici a concentrazione sono riusciti ad aumentare il rendimento degli stessi pannelli quasi al doppio delle potenzialitá dei classici pannelli fotovoltaici, mentre i pannelli monocristallini e policristallini hanno un rendimento del 16 - 18% i pannelli a concentrazione possono arrivare ad avere una resa del 35% quindi sono capaci di trasformare il 35% dell´energia solare in energia elettrica che arriva sulla superficie del pannello fotovoltaico, un grande passo per la ricerca del fotovoltaico.

Fotovoltaico di terza generazione si comincia ad utilizzare l´organico

Giá da tempo le ricerche sono arrivate ad utilizzare materiale organico per la produzione di nuove celle fotovoltaiche ibride sfruttando il meccanismo della fotosintesi clorofilliana.

Questa nuova tecnologia é ancora in fase di sperimentazione ma con dei risultati straordinari, le celle fotovoltaiche organiche anche chiamate celle DSSC sono sempre create in substrati, vengono inserite in uno strato di vetro ed uno strato plastico sottilissimo con la classica struttura a sandwich dove nel mezzo sará presente la sostanza conduttiva organica, questi materiali fotoassorbenti saranno inseriti nel mezzo insieme a due elettrodi per condurre l´elettricitá.

In parole semplici questa tecnologia é in fase di sperimentazione per il fatto che la composizione organica tende a degradarsi facilmente ma i risultati ottenuti sono veramente ottimi ed in via di miglioramento vedendo sicuramente delle nuove migliorie nei prossimi anni.

Sono stati effettuati molti esperimenti e sono stati utilizzati dei prodotti organici come alcune tipologie di frutta come per esempio i mirtilli, proprio a Roma é stato creato un punto di ricerca e sviluppo nell´universitá di Tor Vergata specializzato nella creazione di pannelli fotovoltaici organici.